Il parto è sicuramente uno dei momenti più belli nel ciclo di vita di una donna. Ma comporta una buona parte di stress e dolore psico-fisico. Vi abbiamo già parlato del come, quando e perché correre durante la gravidanza, ma oggi ci trasportiamo al post. Una volta terminato lo “stato di grazia” ed aver dato alla luce il vostro piccolo gioiello, sentirete il desiderio di rimettervi in forma e di riprendere in mano le vostre abitudini.

Ecco perché oggi su Tripkly vi parliamo di come cambia la corsa nell’immediato post parto. Come e quando ritornare a sentire e vivere il running? Dovrete seguire qualche semplice consiglio…

Correre dopo il parto/Foto via Pixabay

Correre dopo il parto/Foto via Pixabay

Correre dopo il parto: recuperare le forze in primis

Sembrerebbe scontato eppure è così. Molte di voi si sentiranno delle Wonder Women e vorranno tornare in fretta e furia ad allacciare le scarpe e uscire a correre. Ma purtroppo, o meglio per fortuna, recuperare le forze è il primo step! Questo processo è di fondamentale importanza se vorrete evitare incontinenza urinaria, ernia ombelicale o lesioni agli arti inferiori. Dovrete tenere in considerazione che nei primi mesi dopo il parto, le vostre articolazioni ed i vostri muscoli saranno più deboli.

Durante la gravidanza la donna soffre un impoverimento del suolo pelvico e della parte centrale degli addominali. Per questo, onde evitare posture sbagliate, è fondamentale il riposo. Per recuperare al 100% il tono muscolare, i medici consigliano lunghe camminate e nuotate lente. Correre, purtroppo, nei primi mesi post parto NON sarà possibile.

Dopo la quarta-sesta settimana dopo aver partorito potrete incrementare l’esercizio fisico, senza stressare inutilmente il corpo.

Ogni donna è un universo a sé

Potrebbe sembrare un’ovvietà ed invece non lo è! Ogni donna è un mondo, ha un vissuto ed un’esperienza diversa per quel che concerne gravidanza e parto. Non si possono paragonare due donne con due storie cliniche diverse. Una donna allenata prima e durante la gravidanza, al primo figlio, che ha avuto un parto naturale si rimetterà molto prima di una che una più in là con l’età che ha partorito con un taglio cesareo.

Per queste ultime i tempi di ripresa sono più lunghi, dalle 8 alle 10 settimane. Per chi ha avuto un parto naturale, invece, potrà rimettersi in pista dopo 5-6 settimane.

Allattare prima di allenarsi

All’inizio degli anni ’90 venne pubblicata una ricerca del periodico Pedriatics che affermava che il latte materno venisse “contaminato” dall’acido lattico dopo l’esercizio fisico. E che i neonati erano propensi a rifiutarlo. Oltre a questo studio va aggiunto che il movimento durante la corsa potrebbe provocare che i capezzoli vengano strofinati e che quindi macchino il nostro outfit da corsa. Durante l’allattamento, inoltre, dovrete seguire una dieta ricca in minerali come il potassio ed il magnesio.

Correre dopo il parto/Foto via Pixabay

Correre dopo il parto/Foto via Pixabay

I nostri sono dei semplici consigli da amanti del running. Sarà cosa buona e giusta far riferimento sempre e comunque al tuo ginecologo o medico di base per essere informata al 100% ed in maniera esaustiva. Tranquilla, le tue scarpe da corsa non andranno da nessuna parte senza di te!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata