Di nuovo in quel magico territorio che è la Lessinia, stavolta in esplorazione sulle vette che coronano il confine con il Trentino.

Il Corno d’Aquilio arroccamento roccioso con zone inesplorate

Lo scenario è quello del Corno d’Aquilio, uno straordinario arroccamento roccioso che si protende sulla Val d’Adige e che contiene una delle più profonde formazioni carsiche del mondo: la Spluga della Preta, che si estende nelle viscere della terra per quasi 1 km e con zone ancora inesplorate.

L’itinerario si svolge nell’ultimo lembo di terra veronese prima del confine che cento anni fa separava l’Italia dall’ Impero Austroungarico.

I segni di questo passato sono tuttora ben riconoscibili ed appaiono lungo il percorso sotto forma di  cippi, muri e filo spinato. Si parte dalla località di Peri, sulle rive dell’ Adige.

Salita Tecnica

La prima parte della salita è la celeberrima Peri Fosse. Un cartello ben segnato in rosso riporta tutti i dati tecnici di questa ostica scalata.

Decisamente affascinante è il lato panoramico. In particolare sul versante opposto spicca la sagoma dello sbalorditivo Santuario della Madonna della Corona la cui struttura è ricavata in un incavo scavato nella roccia del Monte Baldo.

Vedi anche l’itinerario la doppiamente classica peri fosse

Raggiunta Fosse si continua su una strada asfaltata secondaria. La quale lascia il posto allo sterrato nella parte più alta del percorso.

Siamo arrivati all’altezza del confine con il Trentino dove anche la vegetazione si fà più rada.  Sull’orizzonte appaiono le acqua del Garda.

Si percorre un tratto in senso inverso. Per attraversare la parte del crinale fino ad incrociare la Spluga della Preta ed altre curiose formazioni carsiche.

Si devia a sinistra per chi volesse si può raggiungere la cima. Scendendo si attraversa un bel sentiero in fondo naturale, per poi imboccare un largo sterrato che conduce sul temutissimo sentiero di Rocca Pia.

Attenzione discesa molto impegnativa

La discesa che parte da qui è decisamente impegnativa con brevi tratti che anche i biker più esperti consigliano di fare a piedi per evitare inutili rischi.

Il track è decisamente stretto e con passaggi acrobatici su roccia molto impegnativi. Il tutto è accompagnato da una bellezza panoramica di prim’ ordine con splendide formazioni rocciose.

Vivamente consigliati il casco integrale e le protezioni.

Prezzo: EUR 9,99

lunghezza

Lunghezza percorso

29.74 Km

altitudine massima

Altitudine massima

1521 mt

altitudine massima

Altitudine minima

120 mt

dislivello positivo

Dislivello positivo

1841.7 mt

dislivello negativo

Dislivello negativo

1841.7 mt

etichetteIdeale per: mountain bike

etichetteClassificazioni: Adatto in inverno, Mountainbike-only

Salva

Informazioni sul percorso

Partenza:

Arrivo:

Sicurezza: traffico normale

Tipo di percorso:

Difficoltà tecnica:

Difficoltà fisica:

Periodo:

Panorami:

Curiosità:

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata