Il Castello di Golferenzo venne distrutto dai piacentini nel 1216. Successivamente alla ricostruzione fu venduto a Barnaba Belcredi nel 1691 con benepalacito del Re di Spagna Carlo II Duca di Milano, passò al Marchese Antonio Belcredi nel 1701. I Belcredi di Pavia lo tennerro sino all’estinzione dei feudi.

Chiesa di Golferenzo

Chiesa di Golferenzo

Le vestigia del castello consistono in una torre situata in un edificio con numero civico 16 nei pressi della Chiesa.

Il castello è costruito in pietra locale a masselli ed è caratterizzato da una finestra posta alla sommità strombata nella parte superiore e difesa da una inferriata molto antica. La torre servì a lungo da prigione secondo la tradizione e nel suo interno furono rinvenuti ceppi di tortura.

Informazioni sul percorso

Partenza:

Arrivo:

Sicurezza:

Tipo di percorso:

Difficoltà tecnica:

Difficoltà fisica:

Periodo:

Panorami:

Curiosità:

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata