Quanto fosse suggestivo il panorama collinare genovese per il suo incredibile mix di natura e storia lo avevamo già scoperto nel precedente itinerario su Forti di Genova: una immensa struttura difensiva costellata da una lunga catena di apprestamenti militari.

Con questo itinerario ci spostiamo sulla sponda sinistra del Bisagno che come una bisettrice taglia in due la brulicante periferia del capoluogo ligure. L’obiettivo è Forte Monteratti (o Forte Ratti), situato sull’omonimo monte.

Da Staglieno al Forte

Road book

Si parte da Staglieno un quartiere periferico non lontano dallo Stadio Marassi adagiato sulle sponde del famigerato torrente Bisagno, un nome che ai genovesi rievoca gli incubi alluvionali. Una piacevole salita di 8 km su asfalto porta a Montelungo dopo aver superto una serie di altre piccole frazioni. Da qui inizia uno sterrato che si addentra in un maneggio privato e dopo un km in un agriturismo (km 9). Dopo 700 mt tra alti e bassi si giunge in uno spiazzo aperto dove appare per la prima volta il mare e la città di Genova in tutto il suo ipertrofico sviluppo urbanistico.

A questo punto (km 9,7) si intravedono le forme squadrate del Forte che domina dalla cima del colle: per arrivarci la via più breve è quella di fare un passaggio non più lungo di 200 mt con bici accompagnata per poi risalire dal sentiero vero e proprio che conduce allo storico edificio.

Al km 11 si interseca il ciottolato originale che conduce all’ingresso del Forte: si può visitare all’interno ma lo stato è di completo abbandono e bisogna prestare una certa attenzione per la precarietà delle strutture interne.

La discesa (due grotte)

Si passa sul sentiero che affianca il lato settentrionale e si inizia rapidamente la discesa che riporta a valle. Il primo segmento è molto divertente, con sponde e tornanti piacevoli da guidare. Ma ancor più avvincente è il trail delle “due grotte”: immerso nel bosco e di buon livello tecnico. All’incrocio con la strada si continua dritto sul single track che sbuca all’altezza del Bricofer, di nuovo sulle sponde del torrente.

lunghezza

Lunghezza percorso

17.76 Km

altitudine massima

Altitudine massima

549.53 mt

altitudine massima

Altitudine minima

21.77 mt

dislivello positivo

Dislivello positivo

2509.81 mt

dislivello negativo

Dislivello negativo

2523.75 mt

etichetteIdeale per: enduro , mountain bike

etichetteClassificazioni: Adatto in inverno

1 risposta

  1. Avatar
    Moishela

    Hai centrato il problema , che tu sia Nibali o un signor nessuno se cadi poi per ritrovare sicurezza devono passare parecchie ore in bici . Ricordo a tal proposito Pinot che qualche anno fa sembrava un principiante in discesa , veniva attaccato sistematicamente nelle lunghe discese alpine al Tour . Poi vengo a sapere che qualche mese prima aveva fatto una caduta agli 80 orari in discesa . Rivisto la passata stagione ad esempio al giro mi sembrava tutt”altro che scarso in discesa , anzi se la cavava egregiamente .

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata