Se vi trovate a Melbourne, in Australia, non potete rinunciare a delle splendidi immersioni nella sua barriera corallina artificiale a bordo della HMAS Canberra

A soli novanta minuti da Melbourne, metropoli e capoluogo dello stato di Victoria, è nata la prima barriera corallina artificiale della regione, HMAS Canberra, che renderà possibili spettacolari immersioni nelle acque dello stretto di Bass e che è destinata a diventare una meta d’obbligo per tutti gli amanti della flora e della fauna marina.
Con i suoi 192 metri di lunghezza, la HMAS Canberra è stato un incrociatore pesante australiano della Royal Australian Navy e adesso va ad aggiungersi al famoso cimitero di imbarcazioni naufragate di Port Philip Bay, dove oltre 100 relitti diversi – da battelli a ruota a sottomarini della prima Guerra Mondiale – sono il sogno di numerosi sub provenienti da tutto il mondo.

Un litorale incantevole fa da cornice mozzafiato a quella che diventerà una tra le più colorate e variegate barriere australiane, anche grazie all’altissima concentrazione – 85% – di fauna marina che si trova lungo la costa sud del continente – la più alta di tutto il mondo.

Questo paradiso subacqueo per naturalisti e sommozzatori è alla portata di tutti, anche dei meno esperti che potranno utilizzare il ponte dell’ex incrociatore per accedere più facilmente alla barriera.

Inoltre, la struttura interna dell’imbarcazione e il suo equipaggiamento sono rimasti praticamente integri. Non solo uno uno scenario unico dove osservare da vicino pesci di ogni specie, forma e colore, ma anche la possibilità di esplorare sottacqua ogni parte del relitto – dal ponte alla coperta – per immergersi in uno spettacolo emozionante, quasi magico.

Informazioni sul percorso

Partenza:

Arrivo:

Sicurezza:

Tipo di percorso:

Difficoltà tecnica:

Difficoltà fisica:

Periodo:

Panorami:

Curiosità:

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata